Salirosso – Trapani

“Trapani non sei tu, sono io!” è la relazione complicata che ho con la mia città natale, da 27 anni -orsono!
Lei mi accoglie. Io la difendo. Ogni volta. E quando litighiamo accade perchè io mi sento soffocare. E questo si ripete ogni mese di ottobre: Gli ultimi vacanzieri ripartono e Trapani va in letargo. Ed io mi sento mancare l’aria, giorno dopo giorno.

Il cinema. I reading. Le degustazioni. Sono le mie boccate d’ossigeno, sane e pure. Che voglio condividere con voi, assittati insieme a me.
È di giovedi, 23 Novembre, l’iniziativa “Il porco incontra il qualeddu”, ideata dai ristoratori di “Salirosso”, gioiellino nascosto in una delle viuzze storiche del centro della città. Serata-evento, che ha visto noi commensali-partecipanti-attivi.
Si, sono estasiata. E non solo perchè il giovedi lo preferisco, senza obiezione alcuna, al sabato sera. Ma tutto ciò che è nuovo mi attrae, ed agli accostamenti di sapori non resisto. Scelgo sempre di lasciarmi sorPrendere. E stavolta è andata bene! Nonostante il grande classico “Giovedì gnocchi”, io mi sono comunque sbrodolata con la fonduta di pecorino. Che è il massimo apprezzamento che potessi mostrare.

L’intenzione è quella di reinvintarsi ogni settimana qualcosa di invitante, ha confessato lo chef a fine serata. Io resto in attesa, quindi. Voi provate ad esserci, perchè iniziative simili vanno condivise, sUpportate e sOpportate -come ha ben fatto la mia Amica #mau, che di porco e qualeddu non ne aveva la benchè minima considerazione!

La mia parafrasi in voti è la seguente:

Location, 8.50/10
Servizio, 9.50/10
Presentazione piatti, 6/10
Gusto e qualità, 8/10
Rapporto qualitá e prezzo, 9/10 a menù fisso.

Totale: 41/50

Di Rossana Campaniolo

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright © 2018 "Assittata in pizzo", all rights reserved. Powered by Morici basing on Romangie Theme.