Sartù – Napoli

E mentre Napoli in Luglio, brulica di turisti al caldo, se vuoi trovare un luogo di meraviglioso ristoro ed alta ristorazione dove vai? Io direi da “Sartù” un locale chic ma alla portata del consumatore che si trova al Vomero.

L’ambiente è decisamente curato, ma non mette in soggezione e per questo risulta accogliente.
Mi porta lì, su invito, un’amica e veniamo accolti subito da Carlo, il gestore.

Il servizio è eccellente, attento e preciso nella cura dei particolari e della comunicazione con il cliente.
Ogni tanto il metre di sala indugia un po’ troppo con la descrizione dei piatti ma è per l’orgoglio del lavoro svolto e una particolarità: un menu a doppio canale dove la cucina tradizionale partenopea viene affiancata da una sua versione modernizzata in maniera da accontentare i palati più classici come i più futuristi accomunati dalla ricerca della qualità.

Una qualità che si sente in ogni profumo, in ogni sapore ed in ogni gesto.
Il tutto trova il suo culmine nella genovese che arriva a sfiorare il sublime.

Unica pecca, mia, è che è talmente caldo che  malauguratamente non riesco a bere il vino.
Quindi ci torno in inverno, per degustare anche la carta dei vini che sembra ottima. Eccome se ci torno.
Anche perchè, mi racconta Carlo, si sta espandendo, e prevede di allargare l’ospitalità avvalendosi dei locali limitrofi a quello dove attualmente offre i suoi manicaretti.

Un po’ di voti:
Location 8/10
Servizio 7/10
Presentazione dei piatti 8/10
Gusto e qualità 9/10
Rapporto qualità prezzo 6/10 (6 politico in quanto non pagante)

Totale 38

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright © 2018 "Assittata in pizzo", all rights reserved. Powered by Morici basing on Romangie Theme.