Amori polaroid e amori herpes

Alcune storie rimangono immortalate negli album dei ricordi. Sono gli amori “polaroid”. Altre, invece, sbucano sempre fuori. Sono gli amori “herpes”.
Ed oggi, vi racconterò la genesi di un herpes spuntato un paio di anni fa, che ogni tanto torna. Senza preavviso. E logica.

[..]Mi ha fissata per qualche minuto e con la schiettezza che lo contraddistingue ha detto di trovarmi eccessivamente magra. Scarna. Con occhi indiscutibilmente tristi. Poi, si è allontanato; frettolosamente. Non mi ha dato il tempo di spiegargli. Gli avrei raccontato di te. Ed avrei ascoltato il suo punto di vista. Da uomo. Con coraggio ed attributi.

Dopo un po’ è tornato. E ha detto: “Stasera tieniti libera. Ti porto a cena.”
“Ehh? No. Non oggi!” ho replicato.
“Sei bella quando seduta al tavolo osservi e studi ciò che mangi. Passo a prenderti alle 20.00; il caso è chiuso.” ha sentenziato.

Ho accettato.

“È la prima cena con un uomo, dopo quasi due mesi.
Dopo di te.
Sono agitata. Mi tremano le gambe.
Con – dividere mi aiuta. Forse. Spero.
Del resto, è colpa tua. Se mi ritrovo qui. Stasera.
Mi manchi.” -È quello che ricordo di aver pensato. Quando, ancora, giovane e febbricitante d’Amore.

Di Rossana Campaniolo

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright © 2018 "Assittata in pizzo", all rights reserved. Powered by Morici basing on Romangie Theme.