Qualcuno che non sarò io

Un giorno, qualcuno amerà il mio uomo.

Qualcuno conoscerà il mio uomo in un giorno qualunque, al sole o al gelo, ed egli imparerà a conoscerlo e scoprirlo e assaggiarlo lentamente, come solo le cose godute appieno si possono assaggiare.
Qualcuno avrà piacere di stare col mio uomo, avrà il piacere di dialogarci per ore ed ore, svegliandosi la mattina col suo volto e addormentandosi la sera col riassunto delle sue parole a girovagargli per la mente.
Qualcuno toccherà il mio uomo, quando questi glielo permetterà finalmente, e ne accarezzerà la figura paffuta e le grandi braccia, attaccate a quelle larghe e forti spalle che tanto graffiai nelle forti passioni notturne.
Qualcuno accarezzerà il mio uomo, ne traccerà i contorni decisi e forti, ne sfiorerà i peli sul petto, quella foresta che tanto conosco e che più volte ho percorso, in cui ho trovato il mio star bene e la mia quiete serale prima di dormire; ne provocherà brividi e pelli d’oca, laddove il mio uomo è più sensibile e laddove il mio uomo sta teso, dopo una giornata passata tra scartoffie e lavoro.

paolo1
Qualcuno riderà al mio uomo, avrà il piacere di sentirlo parlare, disquisire sull’aritmetica e la logica, sui numeri e sulle formule; lo sentirà parlare e sbuffare, ridere e sfogare, sentirà la sua voce alzarsi di un tono o due quando è nervoso, e riuscirà a calmarlo con un tocco e un bacio, una carezza e un massaggio.
Qualcuno si stringerà al mio uomo, circondandolo con le proprie braccia, affondandole nella sua schiena nuda piegata dal tanto lavoro e irrigidita dal peso del futuro e della vita.
Qualcuno amerà il mio uomo, in un giorno qualunque, e potrà avere la fortuna di amarlo giorno dopo giorno, dall’alba al tramonto, ovunque egli sia; lo seguirà e gli parlerà, cucinerà per lui perché il mio uomo ama il buon cibo e ama chi lo fa sentire importante, chi lo cura, chi lo ama con sincerità e passione.
Qualcuno starà accanto al mio uomo, un giorno e per sempre; quel qualcuno non sarò di certo io.

Chi sono io, dunque? Semplice: sarò l’uomo di me stesso.
Amerò me stesso, mi stringerò forte, riderò per la mia felicità, correrò da solo verso il mio futuro, mi guarderò allo specchio e mi dirò di essere forte giorno dopo giorno.
Il mio uomo non c’è, ma avrà qualcuno accanto per tutta la vita. Ed io, io avrò molto più di “qualcuno”

Di Paolo Costa

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright © 2018 "Assittata in pizzo", all rights reserved. Powered by Morici basing on Romangie Theme.