Figli

Un bar. Due caffè.
Ed è subito una chiacchiera tra amiche. Ma non una delle solite.
Questa è più bella. Profonda.
È condivisione. È fiducia.
Perchè la maternità, per quanto possa apparire un evento visibile a tutti, è quanto di più intimo possa accadere nella vita di una donna.
Non sono mamma. Non ancora.
Ho letto (che sa tanto di “sentito dire” – lo so) di mamme. Ho amiche mamme.
Insomma, è un argomento che per quanto lontano possa sembrare dalla mia vita, in realtá mi ci confronto spesso.
Se è vero, come è vero, che l’incontro con un altro essere umano cambi la vita.
Figuriamoci l’arrivo di un figlio -a.
Conosco anche donne che hanno deciso di non voler diventare mamme. C’è chi ha preferito esser presa solo in moglie e chi di vivere di carriera.
Personalmente vorrei vivere IN carriera.
Vorrei anche avere tre figli. Ed un uomo affidabile con cui con-dividerci.
Dunque, il dilemma ad un certo momento della propria vita è questo:” Esser o non essere madre!?!”.
Dare la vita ad un altro essere umano o pre-occuparsi di chi è stato abbandonato in un isututo significa assumersi la responsabilitá di insegnargli a vivere. Con le proprie gambe. E testa, soprattutto.
Subito dopo il parto avviene il taglio del cordone ombelicale. Bene, conservatelo.
Ma non accanitevi a volerlo riattaccare a tutti i costi.
Rossana Campaniolobambina

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright © 2018 "Assittata in pizzo", all rights reserved. Powered by Morici basing on Romangie Theme.