Cantare a due voci: il rapporto perfetto

Può succedere, nel corso dell’esistenza, di incontrare persone molto simili a se stessi.
La somiglianza è una forza che può respingere ma può anche legare se le circostanze si rivelano particolari.

Se oltre ai pregi, fra due persone, si sovrappongono i medesimi difetti e difficoltà – soprattutto emotive – assimilabili, le viscere si attorcigliano le une alle altre e si genera un ineffabile ma soprattutto inscindibile patto di acciaio.
Forze esterne, sociali, familiari, amicali, sentimentali si infrangono se cercano di interferire.

controcanto
E così ci si trova all’interno di un canto a due voci che non stanca mai e protegge, perchè nella sua immensa imperfezione è perfetto.
A turno si contribuisce a dispiegare la medesima melodia, certe volte come prima voce, altre in controcanto, per donare all’altro forza e spessore.

Se decidete di leggere queste righe, e comprendere come incontri simili siano una benedizione del cielo nella vita, ascoltate come sottofondo l’armonia della prima e della seconda voce di “Final Masquerade” dei Linkin Park e forse intuirete cosa sto cercando di dirvi.

E voi avete una melodia secondaria che sostiene la vostra?

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright © 2018 "Assittata in pizzo", all rights reserved. Powered by Morici basing on Romangie Theme.