Smokey eyes e il gioco è fatto

Arriva il tempo delle festività e, anche quelle che non ci sono abituate, si truccheranno.

Io stessa fino a tre o quattro anni fa usavo pochissimi cosmetici, una base per uniformare la texture del viso, l’eyeliner e un po’ di mascara.

Un piovoso pomeriggio di Febbraio, invece, ho avuto la fortunata idea di entrare in una profumeria “La gardenia”.
La commessa, che si stava annoiando da ore perchè nessuno entrava per il cattivo tempo, fu inspiegabilmente attratta dall’ovale del mio viso e iniziò a giocarci provando dei trucchi.

Smokey eyes

Smokey eyes

Ho imparato così a fare lo smokey eyes, la stesura del colore sfumato sulla palpebra mobile, e certe volte anche un po’ più in là, che può essere fatto con qualsiasi tonalità, a patto che si intoni con quella degli occhi, la carnagione e i capelli.

Sbirciando qua e là su internet ho visto che la fanno complicatissima, con titoli del tipo “Smookey eyes in diciotto passaggi”.
Invece è una cosa da due minuti contati.
Dopo avere steso un po’ di fondotinta e cipria, basta prendere una matita a pasta morbida della nuance preferita., tracciare il contorno degli occhi – sia sopra che sotto – e poi ripassare per bene sempre la matita solo sulla parte superiore, inspessendo considerevolmente il tratto e caricando il colore.
Poi è sufficiente prendere un pennello da ombretto, sfumare il contorno inferiore leggermente, con un lievissimo movimento verso l’esterno, giocare con quello superiore, espandendo la copertura per tutta la palpebra mobile dal basso verso l’alto e dall’interno verso l’esterno.

Effetto assicurato e facile da ottenere.

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright © 2018 "Assittata in pizzo", all rights reserved. Powered by Morici basing on Romangie Theme.