L’amore da sogno? Un incubo.

L’amore da sogno? Un incubo.
Perchè si tratta di un’aspettativa della fantasia che non trova alcun riscontro nella realtà.

Gli esseri umani si alzano al mattino, trascorrono la loro giornata, lavorano, tornano a casa, puliscono, amministrano i loro beni, accompagnano la famiglia, talvolta si divertono o si arricchiscono culturalmente, guardano la tv o vanno al cinema e al teatro, poi dormono per svegliarsi di nuovo il giorno dopo. E così fino alla morte.

Amare è integrare due o più di questi percorsi, insieme.

Non è sognare ad occhi aperti, nè vivere in una bolla di protezione o di perenne assenza di problemi, frizioni o disaccordi.

amare non è vivere in una bolla

amare non è vivere in una bolla

Amarsi è costruire giorno dopo giorno, con grande sbattimento, la propria vita in relazione a qualcuno anche quando questo qualcuno ci sta sulle palle.
E’ pagare le bollette e superare un sacco di incomprensioni, perchè si parte per una esperienza con una persona che magari all’inizio semplicemente ci piace, ma con cui poi troviamo di avere settemila cose in comune e di pensarla allo stesso modo su novecento argomenti diversi.

L’amore romantico che funziona, dopo il colpo di fulmine, senza alcun investimento, senza sospirare mai per la pazienza, senza dovere derogare mai alla volontà personale, che è per sempre, non esiste.
E’ un’invenzione letteraria del diciannovesimo secolo.
E’ una sovrastruttura mentale.

Ve lo assicuro io, una che le bollette riesce a pagarsele anche da sola.

E allora, quando vi rendete conto che i rapporti devono essere oggetto di un impegno, di motivazione più che di dovere, non mostratevi delusi, come se foste stati truffati, ma delusi per non avere capito.

 

Got Something To Say:

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

Copyright © 2018 "Assittata in pizzo", all rights reserved. Powered by Morici basing on Romangie Theme.